Associazione EIDEA

Tiziana Sola
Tiziana Sola

Dal 17 al 21 luglio 2017 si è tenuto a Parigi il 22°Congresso della Società Internazionale Rorschach (www.associazioneitalianarorschach.it) in tema di Developments in projective research and practice. Emerging issues and discoveries (Sviluppi nella ricerca e nella pratica proiettiva. Problemi emergenti e scoperte). (vedi locandina) Un evento importante svoltosi nella bella sede del complesso universitario Les Cordeliers, con numerosi partecipanti e la presenza di società nazionali provenienti da ogni parte del mondo. La presenza delle molteplici lingue sentite parlare nei momenti di pausa, è stata un’emozione, dando l’idea dell’estensione planetaria della pratica proiettiva, dei molteplici approcci e dell’impiego importante in ambito clinico e di ricerca. La presenza italiana è stata assicurata dai lavori di colleghi membri rappresentativi dell’Associazione Italiana Rorschach (L. Bruno, D. Dipaola, S. Marfisi ed al.), nonché dalla partecipazione a due simposi da parte della Dr.ssa T. Sola, uno in tema di Relazioni psiche-soma, l’altro per presentare i primi sviluppi di una ricerca interuniversitaria sul Tempo soggettivo nella diversità delle culture. Il tema specifico proposto dalla stessa si incentrava sul vissuto del tempo nella cultura mediterranea.

» SCARICA LA LOCANDINA «

 

L’11 e 12 novembre 2016 nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale, Università di Torino, si è tenuto il Convegno annuale dell’Associazione Italiana Rorschach (www.associazioneitalianarorschach.it), di tenore internazionale data la presenza, tra gli altri, di colleghi dell’Università Paris Descartes (B. Verdon, H. Suarez-Labat, E. Louët). Il tema era Il Rorschach e i Metodi Proiettivi come possibilità narrativa. Raccontare se stessi nelle età della vita (vedi locandina). Il convegno, promosso in associazione con la Cattedra di Psicologia Clinica dell’Università di Torino (dott.sse Gabriella Gandino e Doriana Dipaola), ha voluto proporre un percorso di lettura dei Metodi Proiettivi, partendo dalla concezione del test come spazio di proiezione del Sé per giungere a una costruzione narrativa che rappresenti, per il soggetto, una possibile chiave di rilettura della propria storia. La Dr.ssa Sola, in qualità di Presidente dell’Associazione It. Rorschach, oltreché in apertura, è intervenuta con una relazione dal titolo “Narrazione e clinica dell’adolescenza”. Una riflessione sull’esperienza singolare e al tempo stesso molto antica dell’atto del narrare, focalizzata sulla modulazione di tale situazione nell’incontro con l’adolescente. Uno studio imperniato sulla peculiarità psichica dell’essere in crescita, espletato in modo originale nell’esperienza del raccontarsi attraverso il mezzo proiettivo, nella fattispecie, attraverso il Rorschach e il T.A.T..

» SCARICA LA LOCANDINA «

 

Il 7 e 8 aprile 2016 a Lione nella sede dell’Université Lumière Lyon 2 si è tenuto il 4°Convegno del Réseau International de Recherche « Méthodes Projectives et Psychanalyse » (www.reseaumpp.org ) dal tema : Problématiques du corps: clinique et épistémologie (vedi locandina). Un’occasione di incontro-confronto scientifico internazionale ormai consueta che ogni tre anni vede riuniti gli esperti in pratica proiettiva affiliati ad una impostazione rigorosamente psicodinamica e psicoanalitica, provenienti da vari paesi europei e intercontinentali. Il tema scelto ritrae una attualità psicopatologica sempre più centrata sulle manifestazioni del corpo di cui si è voluto ritrarre il variegato scenario espresso dal panorama clinico attuale. Ciò per conseguire una comprensione, alla luce delle ricerche scientifiche attuali, sui rapporti, sempre più complessi, tra corpo e psiche, di cui la metodologia proiettiva si rivela una proficua riverberatrice. La partecipazione italiana è stata assicurata dalla delegata italiana Dr.ssa T. Sola, la quale è intervenuta in una sessione plenaria con una relazione intitolata Réflexions sur l’unité soma-psyché: les “savoirs”du corps. Implications cliniques et projectives .

» SCARICA LA LOCANDINA «

 

Il 3 e 4 ottobre 2015, nell’Università di Chieti si è tenuto il Convegno Internazionale Rorschach organizzato dall’Associazione Italiana Rorschach. Presidente del Convegno era la Dr.ssa Tiziana Sola, la quale ha voluto riunire personalità di rilievo nel campo della psicoanalisi e della pratica proiettiva per discutere e fare il punto sui legami a tutt’oggi esistenti tra diagnosi e terapia (vedi locandina). Ospite d’onore è stata C. Chabert, psicoanalista francese e una delle maggiori esperte di clinica proiettiva, accompagnata da B. Verdon, presidente dell’Associazione Rorschach francese e J.-Y. Chagnon, co-coordinatore del Réseau Universitaire Européen et International Méthodes projectives et psychanalyse”. Il convegno è stato supportato dalla presenza di D. Passi Tognazzo, presidente emerito dell’A.I.R. e da tutto il consiglio Direttivo della medesima associazione. Con l’onore della presenza di F. Giardina, presidente dell’ordine Nazionale Psicologi, invitato da Tancredi di Iullo, presidente dell’Ordine Psicologi Abruzzo e il supporto di personalità universitarie, moderatori delle varie sessioni. L’associazione EIDEA ha collaborato all’organizzazione, condividendo i principi e le finalità di un evento che ha riscontrato un successo enorme, a riprova dell’interesse ad oggi ancora vivo e vivace della pratica proiettiva, parte irrinunciabile della psicologia e della pratica clinica nonché della ricerca psicopatologica.

A novembre 2014, nelleUniversità di Paris 13 e Paris Descartes, si è tenuto il Convegno “Actualité de la Psychologie clinique”., una retrospettiva della Psicologia Clinica francese, organizzata dal nostro collega J.-Y. Chagnon, con numerosi relatori rappresentanti della Psicologia Clinica francese attuale (C. Chabert, R. Roussillon, M. Emmanuelli, C. Azoulay, S. Missonier, O. Douville, ecc.) con la testimonianza dei“maestri”quali R. Perron e C. Chiland. Il presidente dell’Associazione EIDEA, Dr.ssa Sola è stata invitata quale collega straniera “familiare”con l’ intervento “La psychologie clinique française vue de l’étranger”.

In luglio 2014, nella sede dell’Università di Istanbul (Turchia), si è tenuto il 21° Congresso Internazionale Rorschach. Molti sono stati gli interventi e la partecipazione di colleghi provenienti da ogni parte del mondo. La presenza italiana è stata rilevante con interventi presentati da colleghi dell’Associazione Italiana Rorschach. Oltre agli interventi della Dr.ssa Sola sono stati presentati lavori di altri colleghi dell’Associazione Rorschach, tra i quali quelli del Dr. Luca Bruno e delle dr.sse Silvia Marfisi e Sara Tudisco.

In maggio 2014, nel Policlinico dell’Università di Messina, si è tenuto il Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Rorschach, avente per tema“Convergenza tra scuole razionali e interpretative: Ermeneutica Rorschach”. E’ intervenuta, come ospite d’onore, la Prof.ssa Dolores Passi Tognazzo (Emerito dell’Università di Padova), con una Lectio Magistralis “I contenuti al Reattivo di Rorschach: tra psicometria e psicodinamica”. Il prof. Salvatore Settineri (Università di Messina), con l’ intervento “Rappresentazione del sé tra soggettività e oggettività al Rorschach”. La Dr.ssa Tiziana Sola (Università di Chieti) con l’intervento “Enigma dell’informe e intrigo narrativo: enunciati chiave dell’atto proiettivo”

In settembre 2013 si è tenuto a Napoli il Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Psicologia (AIP), sezione Psicologia Clinica e Dinamica, L’associazione Italiana Rorachach ha proposto un simposio dal titolo “Rorschach: la convergenza dei saperi nel percorso diagnostico-terapeutico”. Presidente del simposio è stato il Prof. Salvatore Settineri, presidente dell’Associazione Italiana Rorschach. Tra gli intervenuti la Dr.ssa T. Sola ha presentato una relazione dal titolo “Specificità del Campo Proiettivo: rêveries, e potenzialità trasformative”.

Il 1° dicembre 2012, nell’Istituto di Psicologia dell’Université Paris Descartes si è tenuto il convegno nazionale della Société du Rorschach di lingua francese, avente per tema: “La névrose existe toujours”. La Dr.ssa Sola è intervenuta con una dal titolo “L’influence des facteurs anthropologiques et culturels en psychopathologie : éclairage projectif à partir d’une expérience en Italieˮ.

• Il 27 e 28 agosto 2012 nella sede della facoltà di Psicologia dell’Università del Salvador a Buenos Aires si è tenuto il 3° incontro della Rete Universitaria Internazionale di Ricerca "Metodi Proiettivi e Psicoanalisi". Tema del Convegno « Les états limites et la psychanalyse: approche clinique et projective (Stati limite e psicoanbalisi : approccio clinico e proiettivo)». Numerosi relatori europei e sudamericani si sono confrontati relativamente al tema, proponendo ricerche proiettive relative alle varie fasce di età: infantile, adolescenziale, adulta e terza età. Tiziana Sola, corrispondente italiana della Rete, ha rappresentato l’Italia partecipando ad una tavola rotonda dedicata alle Dinamiche attuali del processo di Latenza, in seno ad una ricerca interuniversitaria in cui si confrontavano i primi risultati di uno studio su eventuali variazioni della latenza oggi, proposti da vari paesi, tra i quali Francia, Italia, Turchia.
COLOQUIO PROGRAMA ARGENTINA

•Il 29 novembre 2011, nella facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università di Roma "La Sapienza" si è tenuta una Giornata di Studio in tema di "Melanconia e Rorschach: interpretazioni a confronto". La giornata introdotta da Anna Maria Giannini e Salvatore Settineri ha visto l’intervento di vari relatori, tra i quali P. Capri, Anita Lanotte, Alessandro Crisi, Massimo Saccà, che hanno fornito una interpretazione della Melanconia nelle diverse impostazioni teoriche e psicopatologiche. Maria Armezzani e Tiziana Sola hanno concluso la Giornata con una "Intervista impossibile" : con l’aiuto di un attore professionista, hanno dato luogo ad una immaginaria intervista con H. Rorschach.

• Il 12 marzo 2011 nell’Auditorium dell’Università di Chieti, si è tenuta una giornata di studio dal tema "La diagnosi in psicopatologia dell’adolescenza". Ospite d’onore Michèle Emmanuelli, Professore di psicologia clinica e psicopatologia all’Università René Descartes di Parigi, esperta in Metodologia Proiettiva in campo adolescenziale. Tiziana Sola ha curato e introdotto l’ospite con il supporto dei moderatori, prof.ri Filippo Maria Ferro e Mario Fulcheri.

Il 12-13 novembre, nell’accogliente sala convegni della Domus Arte di Roma, si è svolto il Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Rorschach “I Metodi Proiettivi contro i modelli riduzionistici della mente” (scarica il programma). Un evento curato dal Presidente dell’Associazione Prof. S. Settineri e dalla Prof.ssa T. Sola (coordinatrice scientifica).

Presentazione del Convegno (S. Settineri) “La crescente esigenza di risolvere ogni ambiguità nell’ambito della psicometria ha fatto si che ogni problematica legata alla coscienza è stata allontanata con la pretesa di una verità gaussiana propria dei test psicologici. Tale correttezza metodologica è stata estesa ai test proiettivi che, pur fondantesi su principi psicodinamici, richiedevano e necessitano di strategie metodologiche proprie dei sistemi complessi non ordinati. La trasposizione in campo applicativo nei proiettivi dei tests psicologici ha comportato seri giudizi di dubbio sulla validità dei proiettivi che sono stati allontanati progressivamente dalla metodologia sopratutto psicopatologica.

Eppure i proiettivi hanno contribuito non poco sia ai processi esplicativi che comprensivi della mente. Quest’ultima, come ben dimostrano le attuali ricerche delle neuroscienze, si fonda su immagini ovvero quei contenuti che più comunemente vengono chiamate rappresentazioni (di cose e di parole); se il funzionamento della mente si basa su questi processi sono certamente i reattivi ad esplicare il funzionamento mentale nella sua complessità piuttosto che singoli test illustrativi di variabili semplici. In origine, infatti, per le metodiche proiettive si usava il termine proprio di reattivo, accezione legata al valore dell’esperienza e dell’esperimento.

Il recupero progressivo di questi valori (testimoniati dalla ripresa dei metodi proiettivi a livello della letteratura internazionale) necessita di una rivisitazione del significato dei risultati, dei procedimenti interpretativi e, non in ultimo, della personalizzazione di ogni protocollo senza la quale non è corretto il termine “clinico”. L’introduzione nella psicopatologia come nella psicopatologia clinica e nella psichiatria della visione dimensionale, accanto a quella categoriale pone alla psicodiagnostica proiettiva nuove sfide interpretative, nuove modalità di restituzione dei risultati, nuove relazioni con le altre scienze per una migliore utilizzazione dei metodi in questione al servizio dell’uomo.

Tra le numerose presenze, la partecipazione del Prof. B. Callieri, della Prof.ssa D. Passi Tognazzo e del collega dell’Università di Parigi Prof. B. Verdon.

7-8 Maggio 2010 - Si è tenuto all’Università di Messina, nella prestigiosa sede di Villa Pace, il 2° incontro delle Giornate di Studio della Rete Internazionale di Ricerca Interuniversitaria Metodi Proiettivi e Psicoanalisi dal titolo “I metodi Proiettivi e la valutazione dei processi di cambiamento” (Scarica il Programma)

5 Febbraio 2010 - Si è tenuta a Roma, nella prestigiosa sede della Sala delle Colonne della Camera dei Deputati, la presentazione del libro "I METODI DI INDAGINE CLINICA IN CAMPO PSICOPATOLOGICO" a cura di T. Sola. Sono intervenuti come relatori i prof.ri B. Callieri (Università La Sapienza) e V. L. Castellazzi (Università Salesiana di Roma). Hanno introdotto la presentazione i prof.ri P. Capri (Università Europea di Roma) e S. Settineri (Università di Messina). Moderatore della discussione Prof. F. M. Ferro (Università di Chieti). Erano presenti la curatrice T. Sola (Università di Chieti) e gli autori principali (Prof.sse D. Passi Tognazzo, Emerito dell’Università di Padova, M. Armezzani, Università di Padova). Edito da ARACNE Editrice Roma, il testo, a più voci, offre uno spazio di riflessione sui metodi di indagine clinica in psicopatologia, con particolare riferimento ai Metodi Proiettivi.

Clicca qui per acquistarlo direttamente online!

Intervento della Dr.ssa Tiziana Sola alla presentazione del libro


Congresso Internaz. Rorschach e altri Metodi Proiettivi - Leuven (Belgio) 22-25 luglio 2008
Si è tenuto a Leuven il 19° Congresso Internazionale Rorschach e altri Metodi Proiettivi. Per l'Italia erano presenti tutti i membri del Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana Rorschach. Quest'ultima è stata promotrice di due simposi internazionali, uno sulla Psicologia Giuridica, diretto dal Dr. P. Capri, un altro sulle Relazioni Oggettuali, diretto dal Prof. S. Settineri (Università di Messina). L'EIDEA ha avuto la sua rappresentanza attraverso la Dr.ssa T. Sola che ha partecipato al Simposio sulle Relazioni oggettuali (Titolo intervento "L'inhibition des représentations objectales au test de Rorschach") e ad un altro organizzato dal collega francese Dr. B. Verdon (Università de Paris V), sull'espressione degli affetti (titolo intervento "Le devenir des affects").

Convegno di Psicodiagnosi Clinica "I METODI DI INDAGINE CLINICA IN CAMPO PSICOPATOLOGICO "
4-5 aprile 2008 Università di Chieti CONSULTA PROGRAMMA

Si è tenuto nell’Auditorium del Rettorato del Campus Universitario di Chieti, il Convegno di Psicodiagnosi, in collaborazione con la Cattedra di Clinica Psichiatrica dell’Università di Chieti, L’Associazione EIDEA, l’Associazione Italiana Rorschach, l’Ordine degli Psicologi Abruzzo, col Patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale.


“Le giornate di Studio aprono uno spazio di riflessione sull’impiego dei Metodi di Indagine Clinica in campo Psicopatologico, con particolare riferimento alle Metodiche Proiettive, a tutt’oggi uno degli strumenti più preziosi del Metodo Clinico in Psicologia, sia come integrazione nella lettura e valutazione dei casi, sia come applicazione pratica nel campo della ricerca psicopatologica -ha spiegato la D.ssa T. Sola, curatrice dell’Evento- sottolineando che “le Giornate propongono una dialettica imperniata sul valore dell’approccio clinico-psicodinamico e sul contributo che esso offre nello studio approfondito del funzionamento psichico”.
I lavori sono stati aperti dal Prof. Ferro (Dir. Clinica Psichiatrica e Dir. Scuola di Spec. In Psichiatria– Univ. Chieti) e dalla Dr.ssa T. Sola (Presid. EIDEA, Doc. Scuola Spec. In Psichiatria), col saluto del Dr. G. Bontempo (Pres. Ordine Psicologi Abruzzo).
Relatori: Prof.ssa D. Passi Tognazzo (in Lezione Magistrale), Prof. S. Settineri, Prof. M. Fulcheri, Prof.ssa M. Armezzani, Dr. P. Capri, Prof. P. Roman.
Il Convegno ha riscosso una grande partecipazione, con circa 250 presenze tra professionisti e studenti, alimentando un vivace scambio tra pubblico e relatori.

 

 

Convegno “Psicodiagnostica Proiettiva e Psicopatologia”, Università di Messina, 23 marzo 2007.

Si è tenuto, nell’Aula dei Congressi della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Messina, un Convegno per inaugurare l’apertura del Master Universitario in Psicodiagnostica Clinica, diretto dal Prof. Salvatore Settineri (Professore di Psichiatria nella medesima Università e Vice Presidente della Società Italiana Rorschach). Nella nutrita giornata di studio sono intervenuti, tra gli altri, la Prof.ssa D. Passi Tognazzo (Professore Emerito all’Università di Padova e Presidente Società Italiana Rorschach) in Lettura Magistrale, e la Dr.ssa Tiziana Sola (Presidente Ass. EIDEA e Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana Rorschach) con un intervento intitolato “Il sintomo depressivo giovanile come ostacolo al processo di individuazione di sé”. Sia La Prof.ssa Passi Tognazzo che la Dr.ssa Sola faranno parte del corpo docente del Master. Chi volesse saperne di più sul Master aperto sia agli Psicologi che ai Medici, può visitare il sito: ww2.unime.it/psicodiagnostica (vedi link).

Prima Giornata Scientifica della Rete Universitaria di Ricerca Europea e Internazionale "Metodi proiettivi e Psicoanalisi", Università di Istanbul (Turchia), 19-20 gennaio 2007.

Si è tenuto, nella suggestiva città di Istanbul, il primo incontro della Rete Universitaria di Ricercatori esperti in Metodologia Proiettiva ad Orientamento Psicoanalitico. La suddetta Rete costituitasi a Barcellona nel 2005, che attualmente consta già di 50 membri circa, grazie all'iniziativa e alla squisita ospitalità della collega turca T. Ikiz, ha riunito a Istanbul ricercatori di vari paesi, i quali hanno proposto accurati rapporti di ricerca in vari campi clinici quali infanzia, adolescenza, età adulta e terza età. Una delegazione italiana, formata dalla Prof.ssa D. passi Tognazzo, Prof. S. Settineri e Dr. T. Sola è stata presente sia nella riunione del 19 che nella Giornata di Studio del 20 gennaio. La Dr.ssa T. Sola (Corrispondente Italiana della Rete) ha partecipato agli interventi con una Ricerca intitolata "Réflexions sur l'expression du féminin et du masculin au Rorschach à travers les dynamiques du T.R.I." ("Riflessioni sull'espressione del femminile e del maschile al Rorschach attraverso le dinamiche del T.R.I."). L'esperienza di incontro tra studiosi della stessa disciplina, è stata entusiasmante ed arricchente per tutti, sia dal punto di vista umano che professionale; il che ha dato luogo alla decisione di ripetere gli incontri ogni tre anni. Per il prossimo incontro, che si terrà nel 2010, a grande richiesta di tutti i colleghi stranieri, è stata candidata l'Italia.

Presentazione del libro di Tiziana Sola “L’apporto dei Metodi Proiettivi nella Psicodiagnosi Clinica” (Aracne Editrice). Roma, 12 dicembre 2006.

Si è tenuta, nella Biblioteca Pigneto a Roma, in Via Attilio Mori, 18, la presentazione del libro suddetto, ad opera della “Associazione Psicologia in Movimento”. Erano presenti la Dr.ssa K. Carlini, il Dr. L. Merone e l’autrice.

 

 

E’ uscito il libro di T. Sola, L’apporto dei Metodi Proiettivi nella Psicodiagnosi Clinica, Aracne Editrice Roma, 2006.
Clicca qui per acquistarlo direttamente online!
Si è tenuta, il 6 maggio 2006 la presentazione del testo suddetto nella Libreria Feltrinelli di Pescara. Sono intervenute l’Autrice e la dr.ssa L. Grignoli, Presidente Artelieu.

Rete Universitaria Europea e Internazionale di Ricerca "Metodi proiettivi e Psicoanalisi"
E’ nata in occasione del Congresso Internazionale Rorschach il 29 luglio 2005, tra i membri riuniti nella Caffetteria dell’Università di Barcellona. Membri Fondatori:
M. Emmanuelli (Francia), T. Ikiz (Turchia), V. Quartier (Svizzera), S. Hendrick (Belgio), L. Bruno (Italia), P. Roman (Francia), T. Sola (Italia), O. Revaz (Svizzera), F. Précelle (Belgio), J. Richelle (Belgio), M. Abigail de Souza (Brasile), A. J. Lele (Brasile), T. Rebelo (francia).
La Rete si propone una triplice prospettiva:

  1. promuovere la visibilità delle ricerche nel campo dei Metodi Proiettivi che si inscrivono in una prospettiva psicoanalitica, particolarmente in riferimento alla scuola Francese di Paris V.
  2. favorire gli scambi e la collaborazione tra colleghi dei paesi rappresentati nella Rete, per esempio nella prospettiva di sviluppare ricerche congiunte e scambio di dati clinici.
  3. Dotarsi di uno strumento di comunicazione che permette di incontrarsi e lavorare assieme.

In tal senso è prevista l’organizzazione di incontri e giornate di studio, la creazione di una rivista internazionale, la ricerca di colleghi che possano far parte della Rete, l’individuazione di temi e progetti di ricerca tra i membri della Rete.
Come primo progetto è prevista la Prima giornata di Studio a Istanbul, su invito della collega T. Ikiz, probabilmente in gennaio 2007.

Scrivici una e-mail!
La Nostra Associazione - Attività Formative - Formazione Test Proiettivi - Appuntamenti e Corsi - Eventi - Bibliografia - Email
© 2005 - 2008 EIDEA, Associazione per lo studio e la ricerca clinica nel campo della psicodiagnosi della personalità.
Sito web realizzato da Bloo Web Agency